Il padre premuroso e il figliol prodigo

GATESBill Gates, il padre della Microsoft, sensibilizza l’opinione pubblica sull’utopica ipotesi di un intero mondo connesso a Internet.
Tralasciando l’affascinante prospettiva di una connessione globale, evidenzia le problematiche maggiori che deve affrontare l’umanità per migliorare la situazione attuale dei paesi più poveri. Bisognerebbe portare le cure mediche dove non ci sono, pensare all’istruzione degli stessi paesi, trovare rimedi per la malaria, questi sarebbero, secondo Gates, progetti ben più utili e concreti per l’umanità.

Nella sua intervista al Financial Times, rivolgendosi a Mark Zuckerberg e agli altri ricchi della Silicon Valley che vogliono realizzare l’ambizioso progetto di una connessione mondiale, dice:

“Cos’è più importante, la connettività mondiale o il vaccino per la malaria? Se qualcuno pensa che la connessione al web sia la chiave, ottimo, buon per lui. Io non condividoAmo ancora l’IT, ma se vogliamo migliorare le nostre vite dobbiamo occuparci di questioni ben più elementari come la sopravvivenza dei bambini e le risorse alimentari”
“Le industrie si valutano solo in base al livello in cui incrociano i bisogni umani non esiste in sé, almeno dal mio punto di vista, la nozione della necessità di nuove aziende. Abbiamo piuttosto bisogno che i bambini non muoiano e che la gente abbia l’opportunità di ricevere una buona educazione”

 
Il Web è libertà!
Salvaguardiamolo!
E’ nostro interesse.

Annunci