Internet, i suoi collegamenti e i “predatori di dati”

Nell’ abituale svolgimento delle nostra quotidianità è ormai consolidato l’uso del Web : per contattare gli amici, condividere notizie, per lavorare, ecc.

Tutti noi consideriamo “Internet e il Web” come un’ “entità astratta” che usiamo sul nostro pc o ci portiamo in giro per utilizzarla con il nostro smartphone o tablet.

Social mediaE’ affascinante pensare, che tutto quello che digitiamo sulla nostra tastiera o sullo smartphone, che i pulsanti virtuali che clicchiamo mentre visitiamo un sito web, inviino impulsi elettronici, attraverso Internet, ad un altro computer (diciamo così) che li decodifica e li rendere leggibili al destinatario; molte volte, per così dire, facendo il giro del mondo!

Ma Internet “non è un’ entità astratta” : è reale, concreta e consistente.

Cerchiamo di descriverla brevemente per capire come viaggiano le nostre informazioni e chi le controlla.

 

Descrizione generale della struttura della Rete Internet

Struttura internetInternet non è una rete omogenea, ma è l’ “unione di una moltitudine di reti” che dagli anni ’70 ad oggi sono cresciute, si sono moltiplicate e si sono evolute. Tutte, anche se differenti per hardware e sistemi operativi usati, si scambiano i dati con uno “standard di Internet”, uguale per tutti : il protocollo TCP/IP.

Ognuna di queste reti è autonoma e si collega alle altre reti attraverso “computer strategici” (chiamati “nodi” della rete), tali sia per collocazione geografica che per tipologia.

Il nostro pc è parte di una di queste reti, che si collega alle altre reti e alle altre ancora, facendo così anche parte di quella Rete globale che è Internet.

Ecco perché Internet è chiamata la “Rete delle reti“.

Quali collegamenti via cavo, satellitari o wireless, ci permettono di comunicare con un utente (magari sconosciuto) dall’altra parte del Globo? In che cosa consistono e dove si trovano questi collegamenti?
Cerchiamo di dare delle risposte.

Nell’era dell’ “Internet of Things”, dei “dispositivi indossabili”, di quelli “mobile” e del “wireless”, è difficile pensare a Internet come un immenso sistema di computer, router, doppini telefonici, centraline elettriche e giganteschi server, collegati da cavi e fili elettrici.  Eppure è così!

L’ossatura di base della Rete Internet è costituita da enormi cavi.

Nella cartina di seguito (una riproduzione utopica che non rappresenta la reale distribuzione dei cavi), somigliante alla mappa metropolitana di una città, sono disegnati i principali collegamenti della Rete che avvolgono il mondo  e che costituiscono di fatto la “struttura fisica di Internet”.

InternetTubes

Questa immensa struttura, che come un’ enorme ragnatela avvolge la Terra, è costituita da cavi ad altissima velocità (per il trasferimento dei dati) lunghi migliaia di chilometri.

La maggior parte di questi cavi sono a “fibra ottica”, percorrono decine di migliaia di Km in fondo al mare e collegano tutti i continenti del mondo. Quando “riemergono” collegano le reti con cavi “Ethernet” che smistano le informazioni verso le varie destinazioni.

 

Il potere dei “colossi del Web” e la continua espansione dell’ infrastruttura

Facebook cableL’ interesse che hanno i “colossi del Web” (Google, Microsoft, Amazon e Facebook, tra poco anche Alibaba), di consolidare il loro strapotere mediatico e tecnologico, li spinge ad investire grosse somme di denaro per l’ ”espansione della Rete”. Infatti ognuno di questi sta acquistando “pezzi della struttura di Internet”, ovvero parti di questi cavi. Proprio come fanno le compagnie telefoniche e le aziende o enti locali vicino alle quali passano questi collegamenti.

I “Grandi del Web” hanno interesse a controllare quante più informazioni è possibile, per accaparrarsi il maggior numero di utenti, studiando le nostre esigenze e le nostre abitudini.

Digitalmente parlando, possiamo paragonarli ai “predatori che cacciano le loro prede” tenendo sotto controllo il territorio circostante.

Acquistando parte di questi cavi divengono proprietari a tutti gli effetti anche dei dati che passano attraverso le loro linee. E chissà se tra qualche tempo non costituiranno un vero e proprio monopolio su Internet.

Ecco perchè anche le agenzie per la sicurezza nazionale e internazionale, come la Cia,  si rivolgono ai colossi, come Amazon, per chiedere collaborazione.

 

I collegamenti più importanti in Italia

internet cavi mediterraneoLa Sicilia è il nodo strategico più importante dei collegamenti globali che abbiamo in Italia.

Il “nodo siciliano” è fondamentale per lo smistamento dei dati che passano dall’Italia e si dirigono verso il Medio Oriente, il Nord Africa sino ad arrivare nei Paesi Arabi.

Da “Mazzara del Vallo” partono anche dei cavi che collegano i Paesi del Mediterraneo con tutta l’ Europa e il Nord America.

Una parte considerevole del traffico di dati a livello mondiale.

In tutto sono 9 cavi di diversa tipologia : alcuni di qualche anno fa, altri nuovissimi, di ultima generazione, che fanno vantare all’ Italia questo importante punto strategico per lo smistamento dei dati.

Abbiamo in casa un nodo fondamentale, dell’immensa ragnatela di Internet, che collega Europa, Africa, Medio Oriente, Paesi Arabi e Nord America.

Una bella reponsabilità per l’Italia. Anche se abbiamo i nostri problemi con l’architettura della  “banda larga” e la “velocità di connessione alla Rete”. Obiettivi primari, se vogliamo rimanere al passo dei paesi più importanti, per quanto riguarda lo sviluppo del digitale.

Un’ infrastruttura migliore (di bandalarga) consentirebbe nuove opportunità di lavoro alle imprese italiane, per sviluppare progetti all’avanguardia, che senza un’adeguata connessione non possono avere possibilità d’attuazione.

L’Italia in questo momento cruciale per lo “sviluppo del digitale” del Paese ha la responsabilità del presente e del futuro di più di una generazione di giovani.

 

Il Web è libertà!
Salvaguardiamolo!
E’ nostro interesse

Annunci